Crediamo nell'importanza di insegnare ai bambini a essere generosi e gentili con gli altri. Per noi è fondamentale educare i bimbi alla generosità, insegnando loro a condividere: educarli alla condivisione, allo scambio, all'aiuto reciproco.

La natura è la vera maestra e insegnante, è lei a dettare tempi e luoghi dell’apprendimento, a mostrare il passare del tempo e delle stagioni e a scandire il passare dei mesi con un panorama in continua mutazione. Principio fondamentale per poter crescere e prosperare.

Apprendere dall'esperienza: un processo attivo per imparare che parte dall’azione, dalla sperimentazione concreta di situazioni e dall’esperienza diretta dei concetti. Lavorando non solo sull’ intelligenza dei bambini, ma anche sulla loro emotività.

PROGETTO EDUCATIVO

Anno 2022- 2023

Cerchi un'alternativa alla scuola tradizionale?

Rivolto ai bambini e bambine dai 6 agli 11 anni e alle famiglie che credono in un apprendimento operoso, rispettoso, emozionale dove stiano bene bambini, insegnanti e famiglie.

L’apprendimento esperienziale (Experiential Learning) costituisce un modello di apprendimento basato sull'esperienza, sia essa cognitiva, emotiva o sensoriale. Il processo di apprendimento si realizza attraverso l'azione e la sperimentazione di situazioni, compiti, ruoli in cui il soggetto, attivo protagonista, si trova a mettere in campo le proprie risorse e competenze per l'elaborazione e/o la riorganizzazione di teorie e concetti volti al raggiungimento di un obiettivo. L'apprendimento esperienziale consente al soggetto di affrontare situazioni di incertezza sviluppando comportamenti adattivi e migliorando, nel contempo, la capacità di gestire la propria emotività nei momenti di maggiore stress psicologico. Consente inoltre di sviluppare le proprie abilità di problem solving, anche attraverso l'abilità creativa, e di far acquisire autoconsapevolezza mediante auto-osservazione ed etero-osservazione al fine di ridefinire eventuali atteggiamenti inadeguati e di valorizzare i comportamenti costruttivi. L'esperienza così acquisita diviene patrimonio di conoscenza del soggetto e costituirà il nuovo punto di partenza di ulteriori evoluzioni. (fonte - wikipedia) 

 

EDUCAZIONE EMOZIONALE

L’Educazione Emozionale è una strategia educativa che ha lo scopo di creare benessere nei bambini di oggi e domani, favorendo lo sviluppo di capicità socio-emotive non solo nei piccoli, ma anche negli adulti facenti parte del loro mondo. Si parte infatti dall’autoeducazione: i bambini ascoltano, ma non tanto quello che diciamo: guardano quello che facciamo e  soprattutto sentono quello che siamo. Il nostro esempio è una guida che orienta il processo di costruzione dell’identità dei bambini, che può illuminare loro la strada. Il secondo passo è formare tutti gli insegnanti, aiutarli a conoscere le emozioni, le peculiarità di ciascuna di esse, la modalità con cui gestirle, elaborare delle strategie comuni, partendo dai bisogni emozionali di quello specifico gruppo di maestri e dei bambini con cui condividiamo la quotidianità. Anche i genitori devono essere parte attiva di questo processo. La comunità educante è parte fondamentale dell’educazione emozionale. (fonte- http://www.educazioneemozionale.it)

 

L'esperienza educativa di vita all’aria aperta in un percorso di continuità costruito secondo le esigenze ed i bisogni del bambino permetterebbe un processo di apprendimento privilegiato e completo creare uno spazio libero per imparare, per sperimentare, muoversi, scoprire, inventare, conoscere, stare insieme, esplorare, costruire svilupperà il potenziale dei bambini valorizzandone le capacità cognitive e psicomotorie.

L'obiettivo principale è quello di integrare l'offerta didattica attraverso un progetto in natura rivolto alla relazione educativa ed alle potenzialità psicomotorie, alla scoperta del sè ed alla conoscenza del proprio corpo attraverso: apertura verso l'altro, accettazione delle diversità, accrescimento dei legami e delle relazioni, promozione dei processi di apprendimento, rispetto per la natura.

Il progetto propone di affrontare il programma della scuola primaria con metodologie esperienziali, basate sulla personalità e i tempi di apprendimento di ogni singolo bambino. I bambini saranno stimolati dai maestri nel rispetto dei loro ritmi di apprendimento e interessi personali aiutando a fare emergere le potenzialità e peculiarità dei bambini che troppo spesso rimangono inespresse.

Un progetto motivato dall’idea che l’”uomo nuovo”, oggi bambino, deve vivere esperienze e valori come la relazione, il gruppo, l’ambiente, la condivisione, l’individualità in modo positivo e costruttivo perchè domani possa decidere, scegliere, confrontarsi con certezza e rispetto.

La proposta consiste nella costruzione di un villaggio a misura di bambino, per garantire il loro benessere, con piena attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Lo spazio che accoglierà i bambini non sarà un' aula scolastica classica ma degli spazi all’aperto dove potranno condividere l' esperienza didattica. Il piccolo villaggio prevede da un lato la costruzione di capanne, botteghe, strade, orti dall'altro la costruzione del vero senso civico: educare i bambini al rispetto reciproco e trasmettere attraverso giochi ed attività quotidiane i concetti di uguaglianza, onestà e tolleranza.

Il rispetto della natura e dell'ambiente che ci circonda è uno degli aspetti fondamentali per un'educazione alla convivenza e per trasmettere l'amore nei confronti del verde e dei nostri alberi. Imparare secondo natura: stimolare la motivazione ad apprendere, rafforzare l’autonomia e la capacità di scelta, arricchire e personalizzare continuamente l’insegnamento,favorire le buone relazioni. Questo atteggiamento educativo da una parte significa recuperare, rispettare e riconoscere il valore dell’ambiente, del tempo, delle stagioni, degli esseri viventi e dall'altra significa offrire esperienze all’aria aperta durante tutto l’anno sia come modalità di apprendimento e di osservazione diretta che di movimento e di gioco.

Sei un educatore? Vuoi lavorare in progetti di attività di outdoor education per bambini dai 2 ai 6 anni? Entra nella rete e mettiti in contatto con tutte le scuole nel bosco d'Italia.

Sei un maestro? Vuoi lavorare in progetti di attività di outdoor education per bambini dai 6 ai 10 anni? Entra nella rete e mettiti in contatto con tutte le scuole nel bosco d'Italia.

Sei un professore? Vuoi lavorare in progetti di attività di outdoor education per bambini dai 10 ai 14 anni? Entra nella rete e mettiti in contatto con tutte le scuole nel bosco d'Italia.

Svolgi attività educative nel bosco e in natura? Stai cercando un'educatore che abbia esperienza con i bambini, uno spirito creativo e predisposizione a stare all’aria aperta? Contattaci!